Crea sito
osservatorioditronzano@gmail.com
Simone Ippolito

DEEPSKY

IC410 – GIRINO NEBULA

DESCRIZIONE

IC 410, nota talvolta come Nebulosa Girino a causa dei suoi filamenti nordorientali, è una nebulosa a emissione di grandi dimensioni visibile nella costellazione dell’Auriga; ad essa è legata l’ammasso aperto NGC 1893, formato da giovani stelle massicce piuttosto disperse. La regione è sede di importanti processi di formazione stellare generanti stelle di grande massa.

CARATTERISTICHE

Il sistema nebuloso di IC 410 è stato analizzato in diversi studi a causa della sua struttura, che rappresenta un buon esempio di regione di formazione stellare di stelle di grande massa. Le stime sulla sua distanza sono state tuttavia molto contrastanti, similmente a quanto è accaduto con la determinazione delle associazioni OB dell’Auriga; studi basati sulla determinazione delle emissioni CO hanno fornito un valore di distanza attorno ai 3200 parsec (circa 10400 anni luce),[9] mentre altri studi fotometrici hanno reso una distanza di 4800 parsec (15650 anni luce).[10] Gli studi più recenti, basati sempre sulla fotometria e sulla spettroscopia, tendono a portare la distanza del sistema nebuloso a circa 6000 parsec (oltre 19500 anni luce);[2][3] di conseguenza, anche alla luce di quanto scoperto sulle associazioni OB dell’Auriga, diventa evidente il legame con la più remota delle associazioni osservate in questa direzione, il secondo sottogruppo di Auriga OB2 in corrispondenza del Braccio del Cigno, di cui l’ammasso NGC 1893 costituisce il centro.

DATI DI SCATTO

Data: 27 dicembre 2019

Località: Tronzano Vercellese (VC) 
53×420 Light + 34 Dark + 22 Flat + 20 Bias 
Somma con PixInsight 1.8 + PS

Esposizione totale: 6h15m 

Swed80 + Canon Eos600D FullSpectrum cooled su Spianatore riduttore 0,85x 
Optolong-Lpro Filter EosClip 
Eq6 Pro

HD LINK – https://500px.com/photo/1008335037/IC410-by-Simone-Ippolito

IC410 by Simone Ippolito on 500px.com

IC405 FLAMINGSTAR NEBULA

DESCRIZIONE

IC 405 (nota anche come C 31) è una nebulosa diffusa visibile nella costellazione dell’Auriga.

CARATTERISTICHE

Si tratta di una nebulosa sfuggente all’osservazione diretta, ma molto ben evidente nelle foto a lunga posa, situata a 500 parsec (1630 anni luce) di distanza; nella sua direzione si osserva una stella azzurra di quinta magnitudine, nota come AE Aurigae, una stella variabile ed enigmatica: si tratterebbe di una delle stelle cosiddette “fuggitive”, perché sono nate nella regione della Nebulosa di Orione circa 2,7 milioni di anni fa e da lì ne sono “scappate”, disperdendosi nella Via Lattea; tra queste vi è pure la μ Columbae. IC 405 brilla per la radiazione ricevuta da AE Aurigae, che ionizza i suoi gas e le conferisce un colore rosso; le chiazze blu sono invece dovute alla riflessione della luce blu della stella sulle polveri oscure.

DATI DI SCATTO

Data: 24-26 dicembre 2019

Località: Tronzano Vercellese (VC) 
88×300 Light + 50 Dark + 20 Flat + 20 Bias
Somma con PixInsight 1.8 + PS

Esposizione totale: 7h25m

Swed80 + Canon Eos600D FullSpectrum cooled su Spianatore riduttore 0,85x
Optolong-Lpro Filter EosClip
Eq6 Pro

HD LINK: https://500px.com/photo/1008295641/Flaminia-Star-Nebula-IC405-by-Simone-Ippolito

Flaminia Star Nebula IC405  by Simone Ippolito on 500px.com

IC1805 NEBULOSA CUORE

DESCRIZIONE

IC 1805 (nota anche come Nebulosa Cuore o con la sigla (W4) è una nebulosa diffusa in associazione ad un ammasso aperto, visibile nella costellazione di Cassiopea, verso il confine con la Giraffa.

CARATTERISTICHE

Si tratta di una regione HII molto estesa, la cui distanza è stimata sui 7500 anni luce da noi; la sua caratteristica principale è la presenza di due grosse aree apparentemente vuote, di diverse dimensioni, che rendono la nebulosa simile ad un “cuore”. Al suo interno si trova un sistema di piccoli ammassi aperti poco concentrati, responsabili della ionizzazione della nebulosa. Il più notevole di questi è Melotte 15, che contiene alcune stelle circa 50 volte più massicce del Sole, più altre più piccole ed un microquasar espulso milioni di anni fa.

Questa e la vicina IC 1848 formano un grande complesso nebuloso noto come complesso W3/W4/W5 o “Cuore e Anima”; il “cuore” è IC 1808, mentre l'”anima” è rappresentata da IC 1848.

DATI DI SCATTO

Data: 26 Ottobre 2019

Località: Tronzano Vercellese (VC) 
60×240 Light + 12 Dark + 36 Flat + 10 Bias
Somma con PixInsight 1.8 + PS

Esposizione totale: 4h0m

Sw Ed80 + Canon Eos600D FullSpectrum cooled su Spianatore riduttore 0,85x ( f6.37)
Optolong-Lpro Filter EosClip
Eq6 Pro

HD LINK: https://500px.com/photo/1005727388/IC1805-Nebulosa-Cuore-by-Simone-Ippolito

IC1805 Nebulosa Cuore by Simone Ippolito on 500px.com

M42 – NEBULOSA DI ORIONE

DESCRIZIONE

La Nebulosa di Orione (nota anche come Messier 42 o M 42NGC 1976) è una delle nebulose diffuse più brillanti del cielo notturno. Chiaramente riconoscibile ad occhio nudo come un oggetto di natura non stellare, è posta a sud del famoso asterismo della Cintura di Orione,[6] al centro della cosiddetta Spada di Orione, nell’omonima costellazione.

CARATTERISTICHE

Posta ad una distanza di circa 1270 al dalla Terra, si estende per circa 24 anni luce ed è la regione di formazione stellare più vicina al Sistema solare. Vecchie pubblicazioni si riferiscono a questa nebulosa col nome di Grande Nebulosa, mentre più anticamente i testi astrologici riportavano lo stesso nome della stella Eta OrionisEnsis (la spada), che però si trova in un’altra parte della costellazione. Si tratta di uno degli oggetti più fotografati e studiati della volta celeste, ed è sotto costante controllo a causa dei fenomeni celesti che hanno luogo al suo interno; gli astronomi hanno scoperto nelle sue regioni più interne dischi protoplanetarinane brune e intensi movimenti di gas e polveri.

La Nebulosa di Orione contiene al suo interno un ammasso aperto molto giovane, noto come Trapezio. Le osservazioni con i più potenti telescopi (specialmente il Telescopio spaziale Hubble) hanno rivelato molte stelle circondate da anelli di polveri, probabilmente il primo stadio della formazione di un sistema planetario.

DATI DI SCATTO

Data: 23 Febbraio 2020

Località: Tronzano Vercellese (VC) 

——————————–setup———————————
SkyWatcher 80ED f6.3 ridotto 0.85x a 585mm
EQ6 SynScan mount
Canon Eos600d Cameras raffreddata a -5°
Optolong L-Pro Filter
Guida con SkyWatcher 70-500 e Asi120mc
——————————–image———————————
21x300sec Light RGB 800iso con filtro Optolong LPro
Dark, Flat
12x600sec 800iso filtro Optolong Astronomy H-Alpha 12nm

——————————-software———————————
ATP, Phd2 Guiding, eqmod, PixInsight 1.8 e photoshop

Esposizione totale: 3h45m 

HD LINK: https://500px.com/photo/1023747891/m42-hargb-by-simone-ippolito